eSports

Valve risponde alla Washington State Gambling Commission

Lo scorso 5 Ottobre la commissione per il gioco d’azzardo dello stato di Washington, che ha giurisdizione sullo stato dove ha sede la Valve, ha lanciato un ultimatum all’azienda di Seattle ordinandole di proibire ai propri utenti di potersi giocare le skin sui siti di scommesse.

La lettera parla dello skin-betting come una forma di scommessa non regolata di cui la Valve permette l’esistenza, e minaccia di prendere provvedimenti penali se non risolve il problema. La commissione ha inizialmente dato alla Valve fino al 14 ottobre per rispondere, ma la Valve ha successivamente fatto presente alla commissione che non avrebbero risposto prima del 17 ottobre.

La risposta è arrivata poco dopo il 17 ottobre e sottolinea come la Valve non sia coinvolta, ne promuova e ne faciliti in alcun modo il gioco d’azzardo dei numerosi siti esistenti, e che quindi non sia di loro responsabilità. Già in passato avevano minacciato di far chiudere questi siti, e di conseguenza molti di questi avevano cessato di esistere.
Dopo questo scambio di lettere, i toni pesanti si sono placati e probabilmente vedremo una collaborazione tra Valve e la commissione per cancellare definitivamente (o quasi) il problema del gambling.

 

skins11

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *